SOSPENSIONE TAO INTERVENTO CHIRURGICO – PROCEDURA ODONTOIATRICA

 Qualora si renda necessario la sospensione della terapia anticoagulante in occasione di interventi chirurgici/odontoiatrici o manovre invasive è necessario:

  1. Valutare l’opportunità di sospensione della terapia (non sempre necessaria), tale sospensione dovrà essere valutata da una scelta collegiale: cardiologo, chirurgo, internista, odontoiatra, ematologo, eccetera, valutando il rischio emorragico per quella procedura in rapporto al rischio trombotico globale.
  2. Quanto tempo prima sospendere l’anticoagulante? 4 giorni prima (è il tempo necessario per eliminare gli effetti anticoagulanti del farmaco
  3. Se l’intervento chirurgico non è urgente è preferibile non ricorrere alla vitamina K che antagonizza l’effetto anticoagulante del Sintrom o Coumadin.
  4. Nel periodo di sospensione dell’anticoagulante è necessario somministrare eparina a basso peso molecolare.
  5. Nel periodo che precede l’intervento l’eparina viene somministrata fino a 12 ore prima dell’intervento chirurgico e ripresa dopo 24 ore. Solo per interventi chirurgici con rischio emorragico molto elevato (neurochirurgia o prostatectomia) l’eparina va ripresa dopo attenta valutazione clinica (dopo almeno 48-72 ore).

Utile associare anche una profilassi antibiotica: Regime di profilassi standard:

Amoxicillina 2 grammi per os 1 ora prima della procedura, quindi 1 grammo dopo 6 ore.

Pazienti allergici a Amoxicillina/Penicillina

Eritromicina 1 grammo per os 2 ore prima della procedura, quindi 500 mg dopo 6 ore o Clindamicina 300 mg per os 1 ora prima della procedura e 150 mg 6 ore dopo.

SCHEMA CONSIGLIATO DI SOSPENSIONE TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE SINTROM:

giorno

Eparina

Sintrom

Note

-4

no

sospende

Eseguire INR

-3

Eparina a b.p.m.

no

 

-2

Eparina a b.p.m.

no

 

-1

Eparina a b.p.m.

no

Eseguire INR – Intervento OK per INR ≤ 1,5

 

no

no

 

+1

Eparina a b.p.m.

Coumadin dosaggio medio precedente la sospensione

 

+2

Eparina a b.p.m.

Coumadin

 

+3

Eparina a b.p.m.

Coumadin

 

+4

Eparina a b.p.m. (in base ad INR)

Coumadin in base INR

Eseguire INR

 SCHEMA CONSIGLIATO DI SOSPENSIONE TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE COUMADIN:

giorno

Eparina

Sintrom

Note

-4

no

sospende

Eseguire INR

-3

no

no

 

-2

Eparina a b.p.m.

no

 

-1

Eparina a b.p.m.

no

Eseguire INR – Intervento OK per INR ≤ 1,5

 

no

no

 

+1

Eparina a b.p.m.

Coumadin dosaggio medio precedente la sospensione

 

+2

Eparina a b.p.m.

Coumadin

 

+3

Eparina a b.p.m.

Coumadin

 

+4

Eparina a b.p.m. (in base ad INR)

Coumadin in base INR

Eseguire INR

 

DOSAGGIO EPARINE A BASSO PESO MOLECOLARE

DOSAGGI EPARINA A BASSO PESO MOLECOLARE ELEVATO RISCHIO TROMBOEMBOLICO

 

Nadroparina (Seleparina)

Enoxaparina (Clexane)

< 50 Kg

2850 U x 2 =0.3 ml x 2/die sottoc

2000 U x 2=0.2 ml x 2/die sottoc

50-69 kg

3800 U x 2 =0.4 ml x 2/die sottoc

4000 U x 2=0.4 ml x 2/die sottoc

70-89 kg

5700 U x 2 =0.6 ml x 2/die sottoc

6000 U x 2 =0.6 ml x 2/die sottoc

90-110 kg

7600 U x 2 =0.8 ml x 2/die sottoc

8000 U x 2=0.8 ml x 2/die sottoc

> 110 kg

9500 U x 2 =1 ml x 2/die sottocut

10000 U x 2=1 ml x 2/die sottoc

 

 

Dalteparina (x 1 die) (Fragmin)

Reviparina (Clivarina)

Parnaparina (Fluxum)

Bemiparina (x 1 die) (Ivor)

< 50 kg

-----------------------------

-----------------------------

3200 U x 2/die

3500 U x 1/die

50-69 kg

7500 U x 1/die

4200 U x 2/die

4250 U x 2/die

5000 U x 1/die

70-89 kg

10000 U x 1/die

-----------------------------

6400 U x 2/die

--------------------------

90-110 kg

12500 Ux 1/die

6300 U x 2/die

-------------------

7500 U x 1/die

> 110 kg

15000 U x 1/die

6300 U x 2/die

-------------------

--------------------------

 DOSAGGI EPARINA A BASSO PESO MOLECOLARE MODERATO BASSO RISCHIO TROMBOEMBOLICO

 Usare dosi di eparina profilattiche ogni 24 ore:

 

Nadroparina

Enoxaparina

< 50 Kg

2850 U = 0.3 ml die sottoc

2000 U = 0.2 ml die sottoc

50-69 kg

3800 U = 0.4 ml die sottoc

4000 U = 0.2 ml die sottoc

>70 kg

5700 U = 0.6 ml die sottoc

6000 U = 0.2 ml die sottoc

 

Condizioni ad elevato rischio di tromboembolismo

Fibrillazione atriale associata a valvulopatia mitralica

Protesi meccaniche mitraliche

Protesi meccaniche aortiche di prima generazione

Trombosi venosa profonda recente (entro 1-3 mesi)

Condizioni a moderato o basso rischio di tromboembolismo

Protesi meccaniche aortiche di nuova generazione

Fibrillazione atriale non valvolare

Trombosi venosa profonda non recente

Fattori di rischio generici

Età maggiore di 75 anni

Ipertensione arteriosa

Insufficienza ventricolare sinistra


Download Documento PDF

Commenti   

Smithe371
0 #1 Smithe371 2017-04-03 10:30
I am now not certain the place you're getting your info, however good topic. I needs to spend some time learning more or figuring out more. Thank you for magnificent info I was on the lookout for this information for my mission. dcedbdkgkbfeeee f
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna