UN ATTO UNICO DA RAPPRESENTARE NELLE SCUOLE MEDIE INFERIORI: JOE PETROSINO TRA I BULLI E IL BULLISMO

Il bullismo è sempre esistito nelle forme più disparate assumendo caratteristiche diverse nei diversi ambienti dove è nato e si è sviluppato, basti pensare al nonnismo nelle caserme oppure al mobbing. In questi ultimi anni si è parlato tanto di bullismo e non sono bastate le denunce o la condanna dei comportamenti per arginare il fenomeno. La competizione sociale fa parte del mondo animale e molte volte non bastano le regole per evitare che i bulli torturino le loro vittime. Se spostiamo il nostro campo di interesse dagli attori principali, bullo e vittima, al pabulum ovvero all’ambiente ci rendiamo conto di quanto possa essere importante l’indifferenza del mondo circostante per la crescita e l’affermazione del bullismo. Questo atto unico inizia con un episodio di bullismo in una classe di scuola media ed il bullo rievocando un famoso poliziotto Italo-Americano, Joe Petrosino, martire della mafia affronta con la classe il problema del bullismo ripercorrendo gli elementi salienti della sua vita.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna