28sett2008 giorn mond cuore fratello cuoreLocandina Evento

 

Il 28 settembre si celebrerà in Italia e nel mondo la Giornata Mondiale per il Cuore che quest'anno sarà dedicata alla salute delle donne. Le donne, contrariamente a quanto si pensa, sono infatti colpite dall'infarto e dall'ictus cerebrale quanto e più degli uomini, seppur più tardivamente. La donna, inoltre, per tradizione, ha a cuore la salute dei familiari e riveste un ruolo cruciale nella loro sensibilizzazione alla prevenzione di queste malattie.

I fattori di rischio delle malattie metaboliche e cardiovascolari, rappresentano la causa più importante di morbilità e mortalità in Italia.

Il rischio cardiovascolare globale rappresenta il valore guida su cui basarsi per la graduazione degli interventi di medicina preventiva.

Il calcolo del rischio cardiovascolare globale è essenziale per una corretta e razionale utilizzazione dei farmaci ipolipidemizzanti.

Tale strumento aiuta il medico ad impiegare queste molecole nei soggetti a maggiore rischio e di valutare l'opportunità di indirizzare il paziente a trattamenti preventivi polifarmacologici.

Si stima che in Italia la popolazione ad alto rischio, teoricamente candidata a tali trattamenti, sia superiore ai 3 milioni di individui (alcuni dati rilevano 6 milioni).

L’associazione “Fratello Cuore” il 28 settembre, in occasione della giornata mondiale per il cuore, dalle 8.00 alle 14.00, presso la divisione cardiovascolare dell’Istituto Ninetta Rosano Clinica Tricarico effettuerà uno screening, completamente gratuito, del rischio cardiovascolare nelle donne in menopausa.

Tutte le donne interessate allo screening sono pregate di contattare la segreteria della divisione cardiovascolare tel. 0985-8093019 (Sig.na Catia Grosso Lavalle) per effettuare la prenotazione.

Lo screening comprende:

  1. Visita medica cardiologica con questionario
  2. Elettrocardiogramma
  3. Determinazione di Colesterolo, Trigliceridi e Glicemia

Al termine della visita verranno consegnati opuscoli informativi su grandi problemi di educazione sanitaria e i risultati dello screening, in particolare la determinazione del rischio cardiovascolare. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna